Perché la banana rende felici?

La serotonina, neurotrasmettitore prodotto dai neuroni centrali, agisce sull’umore, il quale è in grado di modulare l’assunzione di cibo, determinando un precoce segnale di sazietà.
Essa è sintetizzata a partire dall’amminoacido triptofano, che deriva dalle proteine assunte con la dieta. Tuttavia le ricerche di Richard Wurtman e sua moglie Judith osservarono un rapido decremento del suddetto amminoacido dopo un pasto molto proteico e questo sembra proprio essere un metodo evolutivo per spingerci ad assumere tutti i nutrienti di cui abbiamo bisogno.
Ma non solo le proteine contengono triptofano, l’alimento primo fra tutti in cui abbonda è il cioccolato. Tralasciando il cibo degli dei, qual è uno dei prodigiosi frutti che porta la felicità? Forse nessuno l’avrebbe detto, ma stiamo parlando proprio della banana. Ciò viene confermato da una ricerca effettuata dal Mind (che si occupa di consulenza aziendale), secondo la quale la banana è indicata per chi soffre di depressione. L’effetto positivo sull’umore è anche dovuto alla presenza di vitamine del gruppo B, dal potere calmante. Ma non finiscono qui gli studi in suo favore: l’Istituto di Psicologia in Austria ha analizzato 5000 pazienti e dimostrato quanto questo frutto incida positivamente su chi è in sovrappeso e su chi è stressato dal lavoro. Inoltre una ricerca effettuata dalla scuola Twickenham (Middlesex) ha preso in esame 200 studenti somministrando loro banane a colazione e pranzo con il risultato di un aumento notevole dell’attenzione e della recettività negli alunni.
Per potenziare l’effetto sull’umore e sul benessere fisico, si può abbinare il consumo della banana e degli altri cibi “della felicità” come noci, cioccolato, cavolo nero, patata dolce, salmone e kimchi ad una vigorosa corsa, che influenza anch’essa lo sviluppo di serotonina contribuendo alla corretta forma fisica.

Fonti:
Cibo, cervello e comportamento.
Benessere.it

Serena Grandi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *