Fermenti lattici, probiotici e prebiotici: conosci la differenza? I PREBIOTICI

Dopo i probiotici oggi parliamo dei prebiotici!

I prebiotici sono costituenti di origine alimentare non digeribili che, assunti in quantità adeguata, favoriscono selettivamente la crescita e l’attività di uno o più gruppi di batteri presenti nel tratto gastrointestinale. Possono agire sia sulla funzione che sulla composizione del microbiota intestinale. I prebiotici devono avere la capacità di attraversare indenni lo stomaco e il piccolo intestino senza essere assorbiti o idrolizzati. Devono pertanto essere in grado di raggiungere il colon intatti, provvedendo così a fornire un substrato fermentabile per i Lactobacilli, Bifidobabacteria e Eubacteria.

Per comprendere meglio in modo più pratico, vi indico di seguito dove trovarli.

I prebiotici si trovano in molti alimenti come: pomodoro, carciofi, cipolle, aglio, cicoria, tarassaco, asparagi, porro, ma anche in frutti come la banana e i frutti di bosco (potentissimi antiossidanti), poi anche nei semi di lino e nei legumi!!

Trattamenti terapeutici con prebiotici e probiotici, oltre a ridurre sintomi legati alle patologie gastrointestinali, sembrano, secondo recenti scoperte, di rilevante importanza contro l’obesità e il trattamento dei tumori del colon.

Allora…Convinti!!!??

Dr.ssa Roberta Sabellico

Roberta Sabellico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *