Sicuri di essere preparati per giudicare gli altri? Ristorazione: un mondo difficile…

Oggi mi è capitato di seguire un discorso polemico, come al solito, su chi fa cosa e come gestisce male un locale e su quanti sparino a zero su ristoratori, che si fanno in quattro per mandare avanti la “baracca”. Bene, se posso dire la mia in poche parole, sono stato da tutte e tre le parti, ristoratore, cliente, esaminatore. La ragione non sta da nessuna parte in particolare, ma nel buon senso. Troppo spesso come:

  • ristoratori, stiamo a piangerci addosso e perdiamo il punto di vista reale di cosa vuol dire ristorare.
  • clienti, spesso persone che seguono le mode e danno giudizi non basati su competenze ma sentito dire.
  • esaminatori, che dovendo “recensire” a volte senza che sia richiesto, pensano di essere migliori se ipercritici, a volte senza fondamento, e si sentono potenti.

Visto che è una pillola devo chiudere, ma ribadisco, se fossimo tutti più preparati e disposti a fare il nostro lavoro con passione e professionalità, umiltà e sempre pronti ad imparare, saremmo anche pronti a dare un servizio e riceverlo nel migliore dei modi.

Ma prima di tutto, prima di parlare dovremmo essere preparati, quindi studiamo e aggiorniamoci sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *