IL RESTAURANT MANAGER: Chi è?

Il Restaurant Manager è una carica che viene data ad una persona per la conoscenza delle problematiche legate alla ristorazione. Interagisce con la clientela, fornitori e dipendenti. Inoltre collabora e supporta l’azienda sulla gestione corretta dei budget identificativi nel proprio  piano marketing e sul business plan.

Il Restaurant Manager deve avere una conoscenza approfondita dei 5 punti focali che serviranno alla sua mansione.

  1. Il marketing nella ristorazione: conoscere il luogo ideale, il proprio cliente con la relativa offerta è di fondamentale importanza, ma non bisogna trascurare le varie strategie di vendita sul mercato, il servizio offerto, la qualità dei prodotti che non deve andare a discapito dell’investimento pubblicitario. Una volta “catturato” il cliente bisogna soddisfare le sue esigenze.
  2. Il management nella ristorazione: un’analisi ottimale del lavoro serve per gestire al meglio le attività come gli investimenti e le risorse umane con dipendenti qualificati, formati ed attenti per un team perfetto. Un occhio sempre attento al magazzino, tenendo conto del cambiamento dei menù per mantenere un’offerta sempre fresca e che segua la giusta stagionalità.
  3. La figura del sommelier: per scrivere un’ottima carta dei vini bisogna saper ottimizzare la cantina dell’azienda, dagli ordini alle scorte, utilizzando anche le giuste strategie di vendita. Selezionare la persona giusta che ricopra il ruolo del sommelier è semplice, basta conoscere questa figura in tutte le sue sfaccettature, come le tecniche di degustazione, i vari vini di territorio e quelli più importanti a livello nazionale ed internazionale, con i rispettivi abbinamenti in cucina.
  4. Comunicare alla clientela: bisogna avere una buona conoscenza dell’interior design. Non si fidelizza un cliente soltanto dal servizio e dal cibo, ma bisogna avere un ambiente sano, di stile e pulito. Bisogna essere degli attenti osservatori, impedire l’imprevisto e superare l’obiezione risolvendo una problematica al cliente, tenendo conto sempre del suo bisogno per aiutare la fidelizzazione.
  5. Il sistema HACCP: prima di tutto bisogna capire che i dipendenti di un’attività ricettiva sono responsabili della salute del proprio cliente. Essere informati sulle normative igienico-sanitarie è un obbligo sia in termini legali che a livello personale. Esistono dei manuali di autocontrollo che permettono di monitorare il lavoro effettuato, senza mai lasciare al caso il proprio operato.

Tutto questo faciliterà il successo dell’attività ed il posizionamento sul mercato della struttura ricettiva.

Chef e Restaurant Manager Rosario Fallo

http://www.molloacademy.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *